Simulazione Prestito Agos

Agos, società leader nel credito alle famiglie, ha una gamma di finanziamenti idonea a diverse fasce di importo, dal piccolo prestito, al prestito personale, per consolidamento debiti o con cessione del quinto, sia dello stipendio che della pensione. Vediamo insieme le principali offerte e soluzioni di Agos.

Come anticipato, Agos mette a disposizione, direttamente dal suo portale web, varie possibilità di finanziamento a cui potrai accedere. Potrai quindi trovare il prestito studiato su misura per te, in base alla tua situazione economica ed alle tue necessità.

Prestiti personali Agos: quanto si può richiedere?

In base alla garanzie che potrai presentare all’istituto, potrai richiedere un prestito fino a 30.000 euro, comodamente online, simulando il calcolo della rata. Una volta che nel campo apposito avrai inserito la cifra che ti occorre, difatti, premendo su “calcola rata”, il sistema ti restituirà un piano di ammortamento in base alla durata del finanziamento.

Durante questa fase di simulazione del preventivo, inoltre, avrai la possibilità di selezionare l’assicurazione, opzionale ma consigliata. Questo perché nel caso dovessero presentarsi situazioni spiacevoli, come perdita del posto di lavoro, malattia, invalidità o altre casistiche gravi, sarai tutelato proprio dall’assicurazione sottoscritta.

Le tipologie di prestiti Agos

In base alla tua situazione, lavorativa e finanziaria, avrai la possibilità di accedere a molteplici forme di prestiti Agos, che dal momento dell’accettazione, saranno erogati entro 48 ore. Vediamone alcune:

  • consolidamento debiti: richiedibile nel caso tu avessi altri finanziamenti in corso, ti da la possibilità di rifinanziare il loro importo totale, così da avere un’unica rata (più bassa del totale che stai attualmente pagando), ed eventualmente ottenere liquidità aggiuntiva, il tutto con una durata massima di 120 mesi.
  • prestiti veloci: come anticipato, sono richiedibili fino ad un importo massimo di 30.000 euro. Alcune forme di prestito, come ad esempio Duttilio, ti offrono la possibilità di modificare le condizioni del finanziamento durante il suo corso, come la durata, oppure saltare una rata oppure modificarne l’importo. 
  • cessione del quinto: dedicato a lavoratori con busta paga oppure pensionati, la rata del rimborso viene prelevata direttamente dallo stipendio o dal cedolino della pensione, nella misura massima di 1/5 dell’importo degli stessi. La durata massima del finanziamento è di 120 mesi.
  • delegazione di pagamento: destinato a lavoratori dipendenti, permette a chi in passato ha già ottenuto la cessione del quinto di ottenere nuova liquidità. In questo caso è prevista l’accettazione anche dal datore di lavoro e la rata sarà trattenuta anche direttamente dalla busta paga. Le due rate sommate non potranno superare i 2/5 dello stipendio.
  • finanziamenti finalizzati: a differenza dei prestiti personali, i finanziamenti finalizzati sono appunto finalizzati all’acquisto di un bene, come un’auto, una moto, elettrodomestici, arredamento o altro ancora. Le possibilità sono le medesime offerte dalle altre tipologie, quindi importo massimo finanziabile fino a 30.000 euro, durata massima 120 mesi e sole 48 ore di tempo per l’erogazione dell’importo dal momento dell’approvazione della pratica.

Quali documenti si deve presentare per richiedere un prestito Agos?

I documenti standard per poter richiedere i prestiti Agos sono:

  • documento d’identità in corso di validità
  • codice fiscale
  • ultime due buste paga o pensione
  • prova di residenza (certificato o utenza pagata)

Nel caso di situazioni creditizie più complesse, potrebbe essere richiesta della documentazione aggiuntiva, come ad esempio quella inerente un garante.

In conclusione

Sull’affidabilità di Agos, operante da molti nel settore del credito alle famiglie, non ci sono ovviamente dubbi. Quello che contraddistingue l’istituto, è la semplicità delle operazioni per richiedere i prestiti, le molteplici soluzioni offerte e la rapidità con cui vengono erogati tali prestiti.

Leave a Reply