Simulazione Prestito Personale

Possiamo facilmente calcolare la rata da pagare di un prestito personale grazie a delle formule matematiche o più facilmente con degli appositi strumenti che ci permettono di effettuare una simulazione del prestito personale. Così facendo andremo ad utilizzare uno strumento di calcolo che ci permetterà di vedere quali sono i tassi d’interesse utilizzati dalle varie società di credito e di calcolare quindi non solo l’importo della rata da pagare ma anche il numero di rate necessarie per estinguere il finanziamento e quello che sarà il costo complessivo del prestito.

Per calcolare la rata del prestito correttamente è necessario avere a portata di mano alcuni fattori essenziali: il capitale, il tasso Tan, il tasso Taeg ed il numero di mesi in cui si dovrà rimborsare il finanziamento.

Cosa fare prima di richiedere un prestito personale

La prima cosa da fare prima di inviare alla società finanziaria o all’istituto di credito la propria richiesta è quella di valutare le proprie capacità reddituali. E’ normale che se il richiedente non abbia nulla da utilizzare come garanzia reddituale la banca respingerà la richiesta. Giusto per fare un esempio, il disoccupato e la casalinga che vogliono un finanziamento di 5.000€ non potranno mai ottenerlo nella maniera tradizionale perché non hanno una fonte di reddito dimostrabile. Questo problema può essere sorvolato utilizzando un garante o richiedendo una forma finanziaria differente come quella dei prestiti cambializzati. Ma se si pretende il classico prestito personale è necessario presentare una fonte di reddito, tanto è vero che questo è uno dei requisiti fondamentali che il cliente deve possedere se intende ottenere un finanziamento. Se hai una fonte di reddito adeguata (busta paga, modello Unico, cedolino della pensione) puoi effettuare la simulazione del prestito personale. Se quanto da te percepito è pari a zero o sai già che sarà dichiarato insufficiente, puoi calcolare un preventivo online ma solo a scopo informativo, giusto per curiosità o per valutare quali sono le migliori condizioni economiche proposte dai vari istituti finanziari. Se sei già quasi sicuro che la tua richiesta di prestito sarà respinta, limitati al preventivo che resterà comunque sempre gratuito. Assicurati quindi di essere nelle condizioni finanziarie idonee e solo dopo presenta la tua domanda.

Esempi Simulazione Prestito Personale

Facciamo alcuni esempi di quale potrebbe essere l’importo della rata del prestito personale di un finanziamento.

Esempio 1

Il cliente necessita di 7.500€ ed il tasso fisso è pari al 7% annuo. Si desidera rimborsare il tutto in un anno. In questo caso il costo totale del finanziamento sarà di 7.787€ e la rata mensile di 649€. Gli interessi ammonteranno a 287€.

Esempio 2

Il cliente richiede 7.500€, il tasso fisso annuo è pari al 7% ed il rimborso dovrà avvenire in due anni e quindi in 24 rate mensili. In questo secondo caso, l’importo della rata da pagare ogni mese avrà l’importo di 336€. Gli interessi passivi maturati saranno pari a 559€ e si avrà quindi un costo complessivo del prestito pari a 8.059€.

Esempio 3

L’importo richiesto dal cliente è sempre di 7.500€. Anche il tasso d’interesse è sempre al 7% ed è fisso per tutta la durata del finanziamento. Questa volta però il prestito verrà dilazionato in 48 mesi. L’importo della rata mensile sarà di 180€, gli interessi ammonteranno complessivamente a 1.121€ mentre il costo totale del prestito sarà di 8.621.

Cosa vogliamo far capire con questi esempi? Abbiamo appositamente lasciato lo stesso importo e lo stesso tasso d’interesse per entrambi gli esempi, modificando solo la durata del periodo di rimborso. Questo per far capire che aumentando il numero delle rate mensili si andrà a pagare una rata più bassa ma allo stesso tempo il costo degli interessi sarà maggiore e quindi anche il costo totale del finanziamento sarà più alto. Per facilitare il discorso abbiamo omesso le eventuali spese di natura gestionale e burocratica che potrebbero essere presenti in alcuni finanziamenti.

Simulazione Prestito Personale: cosa occorre?

Se vuoi calcolare un preventivo online sfruttando uno dei tanti siti che ti permetteranno di calcolare la rata del finanziamento dovrai avere un’idea precisa della somma che vuoi richiedere. I tassi d’interesse possono variare anche in base al capitale richiesto e quindi è fondamentale avere un’idea lucida e precisa dell’importo del capitale. Per effettuare alcuni preventivi in maniera più completa alcuni software richiedono anche i dati di un documento anagrafico ed il codice fiscale. Se dal preventivo si vorrà poi passare all’acquisto del prestito si dovrà procedere con l’invio dei propri documenti, compreso la busta paga o il cedolino della pensione o il Modello Unico.

Importo massimo prestito personale

Una delle tipiche domande di chi deve richiedere un finanziamento, soprattutto se si tratta del primo prestito personale, è la seguente: “quanto posso richiedere?”.

L’importo massimo richiedibile dipende principalmente da quale somma di denaro, ogni mese, il cliente riesce a mettere a disposizione del pagamento della rata mensile. In gergo si parla di capacità massima di risparmio. Chiariamo il tutto ancora una volta con un esempio pratico.

Il cliente percepisce in busta paga 1.200€ nette, cioè già prive di tasse. Il cliente sa che ogni mese è in grado di risparmiare circa 300€ e quindi potrà utilizzare questa somma per pagare la rata mensile. Ammettendo che la durata del prestito personale sia di 12 mesi e che il tasso annuo d’interesse sia pari al 7% il cliente potrà richiedere un importo massimo di 3.471€.

Maggiore sarà la capacità di risparmio e maggiore sarà l’importo massimo richiedibile. Logicamente anche il tempo è uno dei fattori fondamentali per questo calcolo. Aumentando il periodo di rimborso si potrà richiedere una somma di denaro superiore.

Leave a Reply