Prestiti alle famiglie e credito al consumo

I prestiti alle famiglie e credito a consumo sono tipologie di finanziamento che in questi ultimi anni stanno prendendo il sopravvento sui mutui, i quali invece seppur in minima percentuale stanno calando, mentre quelli in questione hanno avuto un aumento nell’ultimo anno dell’11,7%, una grandissima quota di innalzamento.

La quota media richiesta per questi finanziamenti è pari agli 8.000 euro e grazie al continuo crescere dei loro dati gli istituti di credito stanno cercando sempre più di agevolare chi li richiede. Questo grazie alla politica monetaria adottata dal presidente della Banca Centrale Europea, che ha invogliato in modo positivo la propensione verso il credito.

Un altro aspetto che favorisce la crescita e le agevolazioni è dovuto dal fatto che nonostante la crisi il popolo italiano continua ad essere il primo in Europa come risparmiatore e questo ha fatto crescere il risparmio delle famiglie che secondo le previsioni continuerà a crescere anche negli anni futuri.

Il maggior risparmio e l’abbassamento dei prezzi stanno ad indicare un aumento della deflazione, per questo motivo la Banca Centrale Europea ha dato una maggiore disponibilità alle banche per far fronte alla deflazione, incentivandole così ad erogare prestiti e finanziamenti. Negli ultimi anni questi finanziamenti sono aumentati anche perchè i tassi d’interesse sono scesi in maniera vertiginosa e così sempre più famiglie ne hanno approfittato richiedendo i suddetti finanziamenti, perchè logicamente risulta essere molto conveniente.

Altre possibilità di prestiti e finanziamenti

Bonus e sconti per Famiglie bisognose a basso reddito

Le normative italiane fiscali prevedono delle agevolazioni per le famiglie con un reddito basso e quelle bisognose e così facendo si possono ottenere dei crediti fiscali. Per le famiglie che hanno un basso reddito ISEE esistono bonus e sconti che vanno dall’esenzione del ticket sanitario fino all’esenzione di tasse particolari, più a sconti sulle bollette dell’energia elettrica ed aiuti per la maternità e per i neonati.

L’assegno familiare

L’assegno familiare viene rilasciato dall’Inps e va considerato come un prestito a fondo perduto sia alle famiglie che alle categorie più deboli economicamente. Questo contributo viene erogato in base al reddito familiare e alla categoria professionale a cui si appartiene.

Possono usufruire dell’assegno familiare le seguenti categorie: lavoratori dipendenti, lavoratori domestici, lavoratori dipendenti agricoli, lavoratori iscritti alla gestione separata, titolari di pensioni, titolari di prestazioni previdenziali e lavoratori soggetti a situazioni di pagamento diretto.

Conclusioni

Come si può capire da questa guida, la famiglia attualmente è al primo posto per vantaggi nei finanziamenti e questo perchè a salvaguardarle ci ha pensato direttamente la Banca Centrale Europea, che prendendo coscienza della forte crisi economica che sta attanagliando l’intera Europa ha stabilito regole per aiutare le famiglie, soprattutto quelle meno agiate, mettendo a disposizione tassi d’interesse molto bassi e vari bonus e sconti di vario genere per permettere la sopravvivenza del nucleo familiare. Proprio per questo motivo i finanziamenti alla famiglia stanno avendo un aumento esponenziale negli ultimi anni e i dati secondo le stime continueranno a crescere, perchè è attualmente molto vantaggioso usufruire di tali finanziamenti più di tutti gli altri che esistono sul mercato finanziario.

Leave a Reply