Prestiti Giovani per Aprire Attività Commerciali

Se hai meno di 35 anni e tanta voglia di metterti alla prova in un’esperienza imprenditoriale tutta tua, ma non possiedi purtroppo alcun capitale iniziale per dar vita al tuo progetto, non darti per vinto. Forse non ne sei a conoscenza, ma esistono delle forme di prestito per giovani a condizioni realmente favorevoli che possono supportare la fase di start up della tua attività.

Quali sono i prestiti per i giovani imprenditori?

Esistono diverse opportunità per chi intende aprire un esercizio in proprio o sviluppare una nuova idea commerciale. Bisogna soltanto che tu sia in grado di dettagliare la tua idea, presentando un chiaro e completo business plan, e sperare che questo venga apprezzato a tal punto da far investire nel tuo futuro.

I prestiti a fondo perduto

Innanzitutto, sappi che ci sono dei prestiti regionali o europei a fondo perduto, appositamente stanziati per spingere le attività imprenditoriali del nostro paese. Si tratta di fondi che vengono messi a disposizione dallo Stato ai giovani che devono avviare una propria attività. 

Essendo dei finanziamenti che non prevedono l’obbligo di restituzione del capitale erogato (parliamo pertanto di piccole cifre, massimo 15 mila euro circa), per poterli ottenere devi realmente avere o un valido progetto o un’idea commerciale vincente.

Il prestito d’onore

A differenza del prestito a fondo perduto, quello d’onore è un po’ più articolato. Per potervi accedere devi, innanzitutto, esserti appena laureato o essere disoccupato e avere l’intenzione di aprire una società che già da subito – o per lo meno per il futuro – crei dei posti di lavoro. 

Si tratta, dunque, di dover necessariamente costituire una società sas o snc e comunque non una professione individuale. Se la richiesta va a buon fine, oltre a vederti proposto un assegno a fondo perduto, ti verrà concesso un finanziamento come prestito personale, da poter restituire a rate, a dei tassi realmente di favore.

I finanziamenti nazionali a tasso zero

Rispetto ai precedenti, a volte può essere più comodo e veloce ottenere dei prestiti a tasso zero. Queste sono forme di prestito che mette a disposizione lo Stato ad un pubblico giovanile di età compresa fra i 18 e i 35 anni e che possono raggiungere importi più consistenti.

Tale finanziamento viene concesso ad una cifra che corrisponde al massimo al 75% di copertura delle spese e per massimo 8 anni di rateizzazione a tasso zero. Il rimanente 25% di capitale deve essere da te procurato ed investito.

Come si fa richiedere i prestiti e quali sono i requisiti 

Per poter ottenere uno dei prestiti agevolati sopra elencati, come condizione sine qua non devi superare i termini d’età previsti per ogni tipologia di aiuto finanziario.

Tali finanziamenti vengono di solito posti in essere tramite bando per cui, se intendi parteciparvi, devi presentare la domanda entro i termini previsti dal bando stesso. È importante, prima di farlo, la verifica di tutti gli altri requisiti che il bando richiede.

Le domande vengono accolte in ordine cronologico e poi vagliate sulla base del business plan allegato. In secondo luogo si passa poi al colloquio personale e se tutto va bene, sarai convocato per la firma del contratto, dopo di che passeranno all’erogazione monetaria sul tuo conto corrente.

Gli obblighi che prevedono i prestiti agevolati 

Una volta ricevuto il finanziamento il gioco è fatto e potrai finalmente provarti nelle tue nuove vesti di imprenditore. L’unica cosa da mettere, però, in preventivo è che alcune forme di prestito giovani agevolato prevedono che tu prosegua la tua attività per un numero ben preciso di anni, prima dei quali non potrai cessare il tuo esercizio. Fai dunque attenzione a tutte le clausole del contratto prima di sottoscriverlo per non trovarti poi in difficoltà.

Leave a Reply