Prestiti per Casalinghe Senza Busta Paga: Come Funzionano e in Quali Casi Possono Essere Erogati

Il prestito è da sempre una delle forme di finanziamento alla quale si ricorre frequentemente. Le esigenze possono essere di natura differente che vanno dalla liquidità ad acquisti specifici. Nella maggior parte dei casi è rivolto alle persone fisiche ed il finanziamento personale attualmente è quello più richiesto. Viene generalmente erogato a favore di lavoratori dipendenti con buste paga e garanzie.

Esistono prestiti rivolti a casalinghe?

Negli ultimi periodi alcune finanziarie sono attivate per poter concedere finanziamenti anche a categorie particolari di persone che non hanno busta paga tra queste vi rientrano anche le casalinghe. Quest’ultime, pur non essendo in possesso di busta paga, possono richiedere un finanziamento dando ad esempio in garanzia il possesso della casa, avere un’entrata di natura differente quale ad esempio una rendita da affitto o farsi garantire da una terza persona.

In quest’ultimo caso la terza persona sarà solidale per il pagamento a rimborso della rata sostituendosi al debitore originario in caso di mancato pagamento delle stesse. Anche le categorie che in passato erano escluse a priori potranno trovare la forma di finanziamento che meglio si adatta alle proprie esigenze. Alcune finanziarie hanno attivato dei finanziamenti ad hoc dedicati alle casalinghe. Non sono solo le finanziarie a concedere questa particolare tipologia di finanziamento che può essere accordata anche da un istituto di credito.

È bene precisare che una richiesta di finanziamento senza garanzia di reddito o di terza persona è un’impresa abbastanza difficile soprattutto se di natura personale. Il prestito garantito dal possesso dell’immobile da contro risulta essere altamente rischioso in quanto consentirebbe, in caso di mancato pagamento delle rate, di far accendere un’ipoteca sullo stesso immobile con tutti i rischi del caso fino alla sua potenziale perdita a favore della finanziaria. Per cui è altamente sconsigliato.

Come funzionano e quando vengono erogati

Per poter accedere alla richiesta di finanziamento per casalinghe senza busta paga si può entrare in una filiale della finanziaria o collegarsi direttamente su internet. Nel primo caso si potrà interloquire con personale specializzato in grado di rispondere, chiarire qualsiasi dubbio dovesse venire e consigliare la tipologia di finanziamento più adatta alle esigenze esposte. Di contro nel nel secondo avrete la possibilità, in qualsiasi momento della giornata, di effettuare una o più simulazioni per la durata e l’importo della rata.

prestiti per casalinghe senza busta paga
Prestiti per casalinghe senza busta paga

Una volta ottenuto il preventivo potrete tranquillamente ponderare se aderire oppure rinunciarvi. E’ bene ricordare che la richiesta di preventivo e la simulazione delle rate e delle modalità di rimborso non è vincolante. Ai fini della richiesta di finanziamento è necessario, indipendentemente dalla scelta del canale, presentare il documento di identità, il codice fiscale e il reddito che potrà garantire il rimborso. In aggiunta ai documenti base la finanziaria o l’istituto di credito potrebbero richiedere altri elementi tra questi l’attestazione di residenza.

La stessa potrà essere facilmente confermata dall’esibizione di bollette di luce o gas non più vecchie di 6 mesi, estratto conto bancario o postale, stato di famiglia preferibilmente non sotto forma di autocertificazione, abbonamento a tv a pagamento sempre intestate al richiedente il finanziamento. In caso di esito positivo dell’istruttoria che potrebbe impiegare anche del tempo, ad esempio 10 giorni lavorativi, sarà possibile avere a disposizione la cifra richiesta.

Come si restituisce il prestito

Le modalità di rimborso del finanziamento potrà essere differente. Ad esempio si potrà procedere tramite bollettini postali, direttamente con addebito sul conto corrente bancario o postale oppure se l’importo concesso non è di grande valore tramite carta revolving. Qualsiasi sia il canale scelto, qualsiasi sia la tipologia di finanziamento e l’ente che si occuperà dell’erogazione è bene affidarsi a strutture conosciute onde evitare che si possa incorrere in truffe e raggiri. Inoltre si raccomanda la puntualità del rimborso onde evitare di entrare nel circuito dei cattivi pagatori con segnalazione al Crif che vi inibirà per un arco temporale più o meno lungo la possibilità di accesso al credito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui